anendyk map location icon

Andiamo alla scoperta di…

Agia Roumeli

anendyk swipe up icon new 01
anendyk scroll down icon

Presentazione

Senza un collegamento stradale, i visitatori che scoprono Agia Roumeli tendono a venire ancora e ancora.

Agia Roumeli è costruita alla fine del Parco Nazionale di Samaria. Un villaggio molto bello, ai margini del Mar Libico e alle radici dei Monti Bianchi. Si trova in una delle zone di Creta con la natura più selvaggia, con flora, fauna e geologia rare.

A due chilometri da Agia Roumeli e poco prima dell’ingresso ufficiale del parco protetto si trova l’antico villaggio di Agia Roumeli. Gli abitanti del vecchio borgo iniziarono ad andarsene dopo il 1954 quando il fiume straripò e molte case furono distrutte. Successivamente, il nuovo villaggio è stato lentamente costruito vicino alla spiaggia.

Il villaggio ha una clinica medica regionale, hotel, taverne, caffè e minimarket da dove è possibile acquistare tutto ciò di cui si ha bisogno.

La storia

Agia Roumeli era un’area importante per l’esportazione di legname 4000 anni fa. C’era anche un cantiere navale fortemente costruito nell’antichità e durante l’occupazione veneziana e turca.

È costruito sulle rovine dell’antica Tarra, nota per il suo oracolo e distrutta da un terremoto nel 66 d.C. Tarra era una piccola città indipendente con una propria moneta.

Le monete furono usate durante il III e II secolo aC e raffiguravano da un lato la testa di un camoscio e una freccia e dall’altro un’ape.

A quel tempo, Tarra faceva parte dello Stato cretese e aveva stabilito colonie nell’Italia meridionale e nel Caucaso.

Fu un grande centro religioso con molti templi, tra cui quello dedicato ad Apollo Tarreo e Vritomartis-Artemide, e fiorì durante il periodo romano. Si dice che la chiesa bizantina di Panagia sia stata costruita sulle rovine di questo antico tempio.

Un sito archeologico chiamato Tarra si trova ancora sul lato est del fiume.

In passato, la posizione di Agia Roumeli era favorevole in quanto collegata alla parte settentrionale dell’isola attraverso la gola di Samaria.

Inoltre, le montagne fungevano da fortezza naturale durante i periodi di occupazione e disordini. Ciò è evidenziato dai kouledes costruiti perimetralmente.

Al giorno d’oggi, la gente vive ancora di greggi di capre e agnelli, ma anche di alveari. Il coinvolgimento con il turismo è iniziato gradualmente ed è ora la principale fonte di reddito per la gente del posto.

Ci sono diverse teorie sul nome del villaggio. Uno di essi è legato alla parola araba aia = acqua e rumeli = greco e termina con Agia Roumeli con il significato di acqua greca, mentre un altro afferma che quando i romani trovarono il tempio di Vritomartida, protettrice delle mandrie, lo dedicarono ai loro rispettiva dea, Roumilia. Di conseguenza, quando prevalse il cristianesimo, l’area fu chiamata Agia Roumilia e in seguito Agia Roumeli.

Cose da fare

La sua naturale posizione geografica ne fa una meta che unisce sia la natura selvaggia della montagna che la calma del mare. Pertanto, è adatto per fantastiche passeggiate ed escursioni nell’ambiente naturale incontaminato e protetto.

D’altra parte, il sole splendente in combinazione con la meravigliosa spiaggia con le sue acque cristalline offre momenti speciali di pace a chi sceglie Agia Roumeli per le proprie vacanze.

Tra le montagne a ovest di Agia Roumeli si nascondono splendide spiagge incontaminate, che puoi esplorare facendo escursioni a piedi, in canoa o semplicemente noleggiando una barca.

A est si può passeggiare lungo la spiaggia, seguendo il sentiero per l’antica cappella bizantina di Agios Pavlos. Da questo punto si dice che l’apostolo Paolo iniziò il suo viaggio in Grecia.

L’ascesa a Koule di Agia Roumeli ti regalerà una vista impressionante a sud dell’infinito blu del Mar Libico con Gavdos e Gavdopoula che si estendono di fronte a te ea nord nel Parco Nazionale e le Montagne Bianche.

Come arrivare là

Agia Roumeli non ha una rete stradale. È collegato solo tramite traghetto a Chora Sfakion, Loutro, Sougia e Paleochora. Naturalmente, gli amanti della natura possono raggiungere Agia Roumeli attraversando la gola di Samaria, la seconda più lunga d’Europa (https://www.samaria.gr/el/praktikes-simboules/) o tramite il sentiero E4.

anendyk routes timetables new icon

Prenota Online

anendyk routes timetables new icon

Informazioni utili

Centro sanitario:
(+30) 28250-91151